I SOGNI SONO PREZIOSI

A COSA SERVONO I NOSTRI SOGNI? UNA PROSPETTIVA PSICOLOGICA

EDIT: DOTT.SSA STEFANIA LANCINI PSICOLOGA FRANCIACORTA

 

Vi porto questo articolo sui sogni perché è un argomento a cui mi sto particolarmente appassionando e che fa parte del mio lavoro come Terapeuta Analitico Transazionale.

Chissà quante volte vi sarete chiesti: “Perché ho fatto questo sogno?” , ” Che significato ha?” , “Che c’entra con me?” ,e, di conseguenza, chissà quanti di voi sono ricorsi a libri o a ricerche online per avere un significato scientifico, psicologico o mistico. Io per prima, tempo fa, sono ricorsa a questi mezzi ma non ne ero soddisfatta, nel senso che, più volte, mi è ricapitato di rifare lo stesso sogno e di dimenticare il significato del libro consultato i giorni precedenti.

Così mi sono chiesta: “Un sogno si riduce ad un semplice significato o ci vuole dire qualcosa di più profondo?”

In questi anni ho incontrato il sogno in molte occasioni della mia vita, sia privata che professionale non a caso.                                                                                                                                         Ogni volta che sognavo mi accorgevo che i miei pazienti sognavano con me, ovvero, spesso, mi portavano in seduta i loro sogni come se, permettendomi di sognare, avessi dato anche a loro il permesso di farlo. Credo che, intuitivamente, avevo aperto la porta a quel mondo inconscio e non conosciuto che tutti noi abbiamo a disposizione e a cui possiamo accedere. Mi sono così documentata e ho imparato da vari terapeuti che, quest’ultimo, è un bene prezioso della persona e come tale non va sottovalutato nella stanza di terapia.

Che cos’è il sogno?

Il sogno è un’esperienza, un vissuto, è un messaggio esistenziale, una comunicazione dell’organismo con se stesso, dell’individuo con se stesso.

I sogni, nella mia esperienza prima come paziente e poi come terapeuta, mi hanno aiutato a soffermarmi su parti che ancora non conoscevo ed hanno dato voce a qualcosa che la voce non riusciva a dire, i miei occhi a vedere ed il mio corpo a sentire.
Ogniqualvolta che un mio paziente , adulto o bambino mi porta un sogno nella stanza di terapia, io lo ringrazio perché sta dando, alla relazione di cura, un dono.
Un dono che aiuta il terapeuta ed il paziente a prendere consapevolezza del copione di vita di quest’ultimo e del rapporto che egli ha con il mondo, sia interno che esterno.  Un dono che la nostra mente ci fa, proprio perché fa emergere aspetti di copione e non solo, esso ha anche una funzione evolutiva poiché nel sogno possono essere presenti anche aspetti creativi.                                                                               Il terapeuta che lavora con i sogni avrà, quindi, il compito di individuare e far emergere questi aspetti più creativi che testimoniano la funzione evolutiva dell’individuo.
Il sogno fa da ponte tra le esperienze passate e quelle del presente, dandone continuità.
Dormire e sognare è un atto che ci mette direttamente in contatto con il nostro mondo emotivo, allontanandoci sia dalla realtà che dai giudizi. Infatti essi sono spontanei e meno ingombrati da divieti. Non possiamo controllarli come controlliamo i nostri pensieri da lucidi.

Se quel sogno fatto la scorsa notte ci sembra lontano dal nostro modo di essere o terribilmente assurdo, non è così.                                                                                                                                                         Il sogno è parte di noi e ci sta dicendo qualcosa che vale la pena essere ascoltato.

Come terapeuta Analitico Transazionale credo che lavorare con i sogni nella stanza di terapia permetta al sogno del paziente di avere uno spazio libero ma protetto allo stesso tempo.   Proprio perché i sogni non vanno interpretati e di conseguenza etichettati, ma vanno ascoltati senza giudizio.

Io sono disponibile a sognare con voi adulti e con voi bambini.

 

 

 

Dottoressa Stefania Lancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.