SAND PLAY – GIOCO DELLA SABBIA

Viene utilizzato come strumento terapeutico in Analisi Transazionale.

“C’è una differenza tra il mondo dei bambini e quello degli adulti e a volte grandi e piccoli faticano a capirsi. Può succedere che alcune idee o esperienze siano più facilmente comunicabili se tradotte in immagini o in gesti del corpo. Questo modo di comunicare e di esprimere il proprio pensiero è naturale quando si è bambini. Ora usa la sabbia e gli oggetti per esprimere qualsiasi cosa ti passi per la testa “(Lowenfeld)

12238322_1514865182157628_4973165693535141669_o

Il bambino,attraverso la sabbia, ha la possibilità di osservare e trasformare alcuni aspetti del suo mondo emotivo, dei suoi pensieri e dei suoi ricordi.Accanto al bambino nel processo di costruzione del suo mondo, lo psicoterapeuta è chiamato a scoprire insieme al bambino ciò che man mano emerge.

Offrire al bambino la possibilità di giocare con la sabbia in nostra “compagnia” (Alvarez, 1992), significa veicolare il permesso di “essere bambino”, intervento terapeutico centrale dell’approccio AT nella psi-coterapia infantile (Romanini, 1997).